Richard Juhlin Optimum

Con l’ambizioso obiettivo di segnare l’evoluzione nella categoria dei calici per la degustazione professionale dello Champagne, nasce dopo due anni di progettazione Richard Juhlin Optimum.

Richard Juhlin Optimum rappresenta per Italesse il progetto precursore di un metodo di lavoro che vede coinvolti nello studio e nella realizzazione di un nuovo prodotto, non soltanto figure di spicco del design internazionale come Claesson Koivisto Rune, bensì anche la partecipazione dell’esperto mondiale dello Champagne, Richard Juhlin.

Un’operazione accurata, che ha visto confrontarsi tre grandi realtà, attraverso scambi di idee, creazione di prototipi e svolgimento di svariati test per giungere infine alla creazione dello strumento ottimale per la degustazione dello Champagne. Dai criteri e dagli elementi tecnici forniti dallo stesso Richard Juhlin, lo studio CKR elabora e dà veste ad un calice da Champagne tecnico, progettato ad hoc, che in tutto e per tutto risponde alle sue esigenze.

La bocca è chiusa tanto quanto basta per permettere allo Champagne di indirizzare al naso fragranze e aromi nel migliore modo possibile. La dimensione totale della coppa è studiata tecnicamente ed è perfettamente bilanciata. Sia nella profondità della picure nella parte bassa, che nell’altezza e nell’angolazione di chiusura della coppa nella parte superiore – detta cheminnèe – per concentrare e canalizzare gli aromi e i profumi verso il naso e la bocca.

Il diametro massimo della coppa corrisponde al livello ottimale di servizio: è quell’ottimale superficie di champagne, che esposta all’aria sovrastante e contenuta nella coppa, rilascia gli aromi e le fragranze nel modo più efficace possibile. È a questo livello (9cl.) che è stata apposta (su una versione del calice da champagne) una linea decorativa e funzionale. Il risultato è sorprendente anche dal punto di vista estetico: la base della coppa ha una curva rientrante, che oltre a definirne la forma tecnica, esalta l’identità del calice e le dona quel tocco di contemporaneità imprescindibile.

Questa parte del calice cosi fatta, ospita una profonda piqûre, dove si formano le bollicine (propagate al centro della coppa) e dove il punto laser perlage moltiplica l’effetto, generando una maggiore quantità di bollicine.

 

 

Una sfida tecnica, formale e progettuale affrontata da Italesse e vinta assieme a Richard Juhlin e Claesson Koivisto Rune, con la realizzazione di Richard Juhlin Optimum.

Eventi e media

Store

Ricerca il negozio più vicino per trovare i prodotti Italesse

Press area

Accedi e scarica i press kit per essere sempre aggiornato sulle ultime novità Italesse.


© Italesse srl 2017
Via dei Templari, 6
Loc. Noghere
34015 Muggia - Trieste - Italy
Tel. +39 040 9235555
P.Iva IT 00974280323

Powered by 3Spices